A Monti c’è chi vive con bile


blitz1
(
In questa foto molti sono residenti a favore della pedonalizzazione. Quelli contrari erano così sgradevoli che ho evitato di sollecitarne ulteriormente l’astio fotografandoli, ma appaiono qui e lì)

Ennesimo agguato, perché altre parole non rendono l’idea, del “Comitato Monti Vivibile”, costituitosi ad hoc per impedire la pedonalizzazione di via Urbana, durante un sopralluogo del consiglio municipale sulla via. Il sopralluogo era stato deciso per prendere le misure della via, visto che ci sono dubbi sulla veridicità del parere dei vigili, che di fatto consiglia nuovamente il parcheggio (i particolari qui). Il comitato era stato avvisato dalla consigliera antipedonalizzazione Nathalie Naim.

A guidare la delegazione il presidente del consiglio municipale Yuri Trombetti, accompagnato dai consiglieri Stefano Marin e Stefano Tozzi. I tre sono stati aspramente apostrofati dal comitato di cui sopra, perché rei di essersi dati appuntamento davanti al negozio di Renato Gargiulo, primo firmatario della petizione popolare (oltre 1.200 firme) che chiede la pedonalizzazione. Gargiulo, peraltro, è stato tacitato dalla funzionaria dei vigili, chiamata da Trombetti per dare spiegazione del parere negativo, sostenendo che non potesse parlare. Ma queste sono miserie che lasciano il tempo che trovano, anche se l’aggressione (verbale) è continuata. Attenta osservatrice anche la consigliera Giusi Campanini, favorevole alla pedonalizzazione.
blitz3

Più importante invece è che sia stata letteralmente impedita la misurazione della via. I tre consiglieri sono stati subissati ma hanno replicato egregiamente alle affermazioni, a mio parere ben più che bislacche, dei contrari. Da notare che la vigilessa ha esplicitamente affermato che “bisogna tutelare il diritto di parcheggio dei residenti”. Trombetti ha replicato, tra l’altro, “figurarsi se il sindaco si fa condizionare da questo parere”.
blitz2

(qui sopra da sx Trombetti, Marin e Tozzi. Ad accendere la sigaretta con il mio accendino il vigile estensore del parere: j’ho dato fòco ;->)

Non ho preso appunti, dato il mio ruolo di direttamente coinvolto nella vicenda e non di oggettivo osservatore. Ma ho capito che i consiglieri intervenuti (con l’eccezione, inspiegabile, di Nathalie Naim, lista civica Marino) se prima avevano dubbi sulla correttezza del parere, ora hanno la certezza che sia campata in aria. Lo stesso Trombetti ha poi affermato che nella delibera di giovedì verrà recepita interamente la memoria della giunta che propone il divieto totale di sosta, i doppi parapedonali e l’istituzione di un’isola ambientale.

Ma resta alto l’allarme per un ormai quasi certo blitz durante il consiglio municipale, giovedì 5 marzo a partire dalle 09:00 in via della Greca 5, di questo comitato piuttosto invasivo. Chiedo a tutti di venire al consiglio a mantenere alta la vigilanza democratica. Ne va del futuro di iniziative simili, di cui l’esperienza di via Urbana è forse capostipite.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *